IL PESCATORE DI SOGNI E POI

Già il titolo mi aveva catturata perché quando si parla di sogni, tutti noi avvertiamo come una scossa…perché chi di noi non ha un sogno.

Non importa se in questo caso sia quello di un facoltoso sceicco yemenita Muhammad (Amr Waked, questa volta molto carismatico e per nulla cattivo) col vizio della canna e della fede che vuole introdurre la pesca al salmone nelle Highland dello Yemen. I soldi, il voglio, posso e comando a cui sono abituati gli sceicchi lo aiuteranno, ovviamente, ma più di tutto lo faranno la fiducia e la speranza. 

Ed ecco che il dottor Jones (un Ewan McGregor dallo sguardo perso, che guarda sempre lontano e dal sorriso intenso) pressato dalla risoluta portavoce del Primo Ministro, Patricia Maxwell (Kristin Scott Thomas come sempre bravissima) ad accettare controvoglia un’impresa folle e di 

credere nella possibilità di riuscire a realizzarla. Sarà molto presto e inaspettatamente contagiato dalla visionarietà della sceicco e dalla grazia di Harriet (una Emily Blunt molto carina, ma già ne Il Diavolo veste Pradasi vedeva che aveva stoffa da vendere), tanto che il ragionevole esperto in scienze ittiche risalirà fiume e corrente per trovare finalmente il vero amore e un’acqua più dolce in cui immergere le gambe.

Lasse Hallström è bravo nel raccontare questa storia come se fosse una fiaba, dove il caos della realtà, rappresentato da improbabili kamikaze decisi a “far annegare” le idee troppo occidentali del loro sceicco, trova immancabilmente ordine e pace. Superate tutte le perplessità e le inibizioni, l’irreprensibile scienziato britannico parte per un soggiorno in Medio Oriente, dove l’allevamento di salmoni diventa una metafora della vita, la sua nuova vita. Affrontando le complicazioni ambientali di cinquantamila salmoni dislocati fuori dalle acque e dalla loro area di comfort, Jones imparerà cosa significa riuscire in un’impresa apparentemente impossibile, riscoprendo la propria natura e ritrovando se stesso. 

Ma quanto è forte il potere di un sogno – quanto…? – e di volerlo realizzare ad ogni costo, anche quando tutti ti sono ostili e ti dicono “è una pazzia, tu sei pazza, non ci riuscirai mai..!”

Io so bene di cosa parlo… Avevo un sogno…fare il più bel mestiere del mondo, con la mia creatività, la mia voglia di fare e scoprire se avevo dei talenti e condividerli. Lo stavo realizzando, ci stavo riuscendo con tenacia, caparbietà e grinta. Tutto era così forte che avvertivo la magia del sogno che rende tutto possibile, ti dà la forza di andare avanti e superare ogni ostacolo, senza temere minacce e i no..!

Ad un certo punto però ho commesso un errore imperdonabile, forse irrimediabile: mi sono lasciata condizionare  da chi mi diceva “i sogni non esistono, devi guardare solo i numeri. Sono solo quelli che contano. E ci sono dei limiti a quello che puoi fare. Tu non sai fare niente”. Da quel momento ho incominciato a tentennare, ad avere paura del sogno che io stessa ho voluto così tanto e ho creato. Non ho mai pensato sarebbe stata un’impresa facile. Nonostante un mondo che ha così sete di apprirsi al nuovo e ai giovani, ma ha paura di rischiare.

Lo stesso sogno mi si è rivoltato contro e non credendoci più ha iniziato divorarmi. Ansia, numeri, limiti vedevo solo quelli e tutto il resto…sparito.  

Sto cercando con le unghie di ricominciare a sognare, ritrovare la fiducia, riavere quell’opportunità che se ritornerà, mai più mi farò sfuggire. Sarà la strada per salvare il mio sogno, salvare il lavoro e me stessa. La speranza è una piccola e delicatissima fiammella dentro al nostro cuore…sì, sì è lì… come quell’ultimo salmone che salta…

Non permettete a nessuno, nemmeno a voi stessi, di impedirvi di sognare. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...