ANNE-SOPHIE MUTTER DIRETTA DA VON KARAJAN

Mi sembra che la “Von Karajan Therapy” funzioni e sia contagiante. Da quando ho introdotto il “suo suono” tra la musica del mio blog, l’ascolto è decisamente aumentato. Ottimo. Vi fa solo bene. Coltivate questa curiosità e riempiteVi di musica che affina le orecchie e libra lo spirito.

Oggi facciamo un UPGRADE: vorrei farVi ascoltare Anne Sophie Mutter insieme ai Berliner Philharmoniker tutti magnificamente diretti da Herbert Von Karajan.

Anne-Sophie Mutter chi è?

Definirla una violinista tedesca è poco. Si tratta infatti di una tra le violiniste più importanti del mondo.

Fu scoperta a soli tredici anni proprio dal grande direttore d’orchestra austriaco che la invitò subito ad unirsi ai suoi Berliner Philharmoniker.

Alla fine degli anni Settanta è già una star e non più solo un enfant prodige.

Il violino è vivo, è il mio amante sensuale. Un prolungamento del corpo. Per questo, da sempre, suono indossando vestiti senza maniche e con le spalle nude: mi piace sentirlo sulla pelle. […] Mi è sempre piaciuta l’idea di creare il suono io stessa, con le mani. Posso modellarlo con un’arcata, come uno scultore .

Il suo violino è uno Stradivari del 1710 (Lord Dunn-Raven Strad) di cui afferma:

Ha una personalità fortissima. Non smette di sorprendermi, ha infiniti segreti da svelare.

A sedici anni oltre alla definitiva consacrazione artistica, Anne-Sophie scopre il fascino seduttivo di un abito di Dior e sarà una passione che da allora non l’abbandonerà più e che lei non ha mai ha tradito: un rapporto d’amore e fedeltà assoluta che dura ormai da più di trent’anni.

Gli abiti di Christian Dior, e in particolare quelli della Haute Couture, li definisce “gli unici capaci di vestire una violinista”. 

Insomma oltre a suonare divinamente, la Signora è molto elegante.

Negli anni 80 fa il suo debutto negli Stati Uniti con la New York Philharmonic diretta da Zubin Mehta.

Da allora si è esibita nelle più prestigiose sale da concerto di tutto il mondo riscuotendo grandissimo successo. 

Buon ascolto!

Concerto per violino e orchestra in Mi minore op. 64 – I. Allegro molto appassionato di Mendelssohn Bartholdy

Annunci

One comment

  1. si veramente bravissima ,ma indubbiamente particolarmente seguita da Von Karajan a cui deve molto ,oltre le sue doti naturali, per essere stata conosciuta in tutto il mondo.
    Ricordo di averla vista in un concerto diversi anni fa’e in effetti pur non conoscendo nulla di lei,la si notava e per un suo stile particolarmente raffinato ma allo stesso tempo con un tocco molto giovanile
    fg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...